Tecnica e Tattica del PnR dell’Olimpia Milano

Nella corrente stagione di Eurolega, Milano ha avuto un inizio positivo, riuscendo a imporsi come un team con ambizioni da playoff, dopo aver occupato l’ultima posizione nella stagione 2017/2018. Grande merito di questo exploit è sicuramente dovuto all’arrivo di un super giocatore come Mike James e al gran lavoro svolto dallo staff tecnico, che lo ha messo nelle condizioni migliori per rendere al massimo.
Uno dei punti di forza dell’Olimpia è sicuramente il Pick and Roll. Di seguito vi ho tradotto un articolo trovato in uno dei tanti blog specializzati che spiega alcune scelte che trovo molto interessanti e allo stesso semplici ma efficaci. Nella prima parte vengono illustrate alcuni accorgimenti sulla base delle scelte difensive degli avversari, nella seconda parte troverete un approfondimento sulla scelta di alcuni tipi di passaggio all’interno del PnR.

Buona Lettura.

Olimpia Milano PNR Breakdown
di Sergey Tkachenko

L’Olimpia Milano ha avuto un ottimo inizio nella stagione dell’Eurolega con un record di 3-1 (inclusa una grande vittoria in trasferta contro l’Olympiakos Pireo) e un posto in zona playoff alla fine di ottobre. Hanno uno degli attacchi più efficaci in Euroleague e il penultimo posto per palle perse a partita. Se consideriamo il suo sistema offensivo, può sembrare abbastanza semplice: serie semplici e molti PNR. Ma quello che veramente dà successo (e punti) all’Olimpia Milano è l’esecuzione dei PNR a un livello alto. Qui ho fornito una panoramica di alcuni concetti comuni che l’allenatore Simone Pianigiani utilizza nell’attacco PNR dell’Olimpia Milano.

“Reject” [Attacco sul lato opposto]
Quando si esegue un PNR, il gestore palla deve sempre tenere a mente l’opzione di “rifiutare” il PNR. In questa situazione si sfrutta l’atteggiamento della difesa che si prepara per il blocco sulla palla previsto e lo si usa contro di loro. È uno dei modi più semplici per ottenere un’opportunità di penetrazione al ferro, oltre che per rubare falli extra.

“Holding the screen” [Tenere il blocco]
Tenere il blocco è una tattica che Olimpia Milano usa quando i lunghi degli avversari giocano una copertura “Drop” nel PNR. Quando i lunghi di Milano tengono il blocco per un secondo in più del solito, creano spazio e tempo per il play maker in modo da poter prendere meglio una decisione. Se il difensore del lungo continua il “drop”, il play è completamente aperto per un tiro da 3pt o un midrange. Se il difensore del lungo cambia sul play, si viene a creare una situazione di mismatch.

“Snake” [Serpentina]
Snake è anche una tattica comune per attaccare le difese PNR non aggressive, come Flat o Drop. Secondo me, l’Olimpia Milano esegue questo concetto meglio di qualsiasi altra squadra in Eurolega. Quando l’azione Snake viene eseguita correttamente, si verificherà un vantaggio 2 contro 1 o una situazione di mismatch ogni volta per l’attacco.

Modificare l’angolo di blocco
L’Olimpia Milano ha affrontato alcune difese sui PnR che prevedevano di negare il blocco (Ice), tuttavia è riuscita molto spesso a battere questo tipo di difesa. Ogni volta che gli avversari cercano di negare un PNR  laterale, i lunghi dell’Olimpia cambiano l’angolazione del blocco. Il play palleggia per creare tempo e spazio, quindi attacca lungo la linea laterale, creando immediatamente un vantaggio.

 

“Split” [Tagliare l’aiuto]
Se la difesa cerca di giocare una difesa aggressiva sul PNR (“Aggressive Step-Out / Hedge), le guardie di Milano tentano immediatamente di splittare il raddoppio (o lo show aggressivo),scelta che spesso finisce con il costringere la difesa a un fallo o a forzare un aiuto e una rotazione.

 

“Big Man Paint Clearout” [Tagliafuori offensivo dei lunghi]
Dopo un PNR, se non c’è passaggio al rollante o una penetrazione al ferro, il difensore del bloccante inizia a recuperare la sua posizione. Quindi, questa diventa una grande opportunità per sigillarlo con un tagliafuori offensivo. Quando 5 fa questo tagliafuori all’interno del pitturato, il play maker avrà un ampio spazio aperto per andare al ferro, come mostra il diagramma sottostante.

 


Utilizzo del Passaggio all’interno del PNR

“Pocket Pass”
Un pocket pass è un passaggio battuto a terra tra due difensori. Come diceva Ettore Messina, vice allenatore dei San Antonio Spurs: “Il pocket pass è il passaggio più importante nella pallacanestro”. Personalmente, sono completamente d’accordo con lui. I pocket pass sono il modo più affidabile per giocare un vantaggio 2 contro 1, che è stato creato dopo azioni PNR perché il passaggio è molto basso, il che rende difficile l’intercetto.

Passaggio sul lato debole
Quando la difesa inizia ad aiutare sul rollante e poi a ruotare, l’ Olimpia Milano esegue molto bene i passaggi sul lato debole. Guarda l’esecuzione dei passaggi in questi diagrammi. Nessun passaggio è effettuato dritto al livello delle mani della difesa.

 

 

 

 

 

 

Passaggio dopo una finta / Passaggio No Look
Nel prossimo video, ci sono esempi di passaggi quando un portatore di palla guarda un punto e poi esegue rapidamente il passaggio sul lato debole. La difesa non può reagire in tempo a causa dell’inganno del play.

Passaggio in gancio
L’ hook-pass è un altro modo per passare una palla sul lato debole. Il più grande vantaggio di questo passaggio è che il play non raccoglie la palla con entrambe le mani. Invece, la passa velocemente con una mano prima che il difensore possa reagire abbastanza velocemente da sollevare le mani per rubare o sporcare il passaggio.

Passaggio dal tiro
Non si vede troppo spesso questo passaggio, ma anche questo è un modo efficace per passare la palla sul lato debole. Quando il giocatore con la palla inizia il movimento di tiro, di solito tutti in campo guardano la palla in aria o iniziano a fare tagliafuori. Per eseguire correttamente questo passaggio, tutti in attacco devono aspettarselo.

“Delay Pass” [Passaggio ritardato]
Un passaggio in ritardo è un passaggio di alto livello che Olimpia Milano esegue quando gli avversari giocano una difesa aggressiva sui PNR. Quando il difensore del bloccante esce per fare show, il portatore di palla dribla via dall’aiuto aggressivo per evitare la pressione. In quel momento, x5 inizia a recuperare su 5, quindi x5 non può vedere la palla. Qui è esattamente il momento in cui l’attacco ottiene un vantaggio 2 contro 1, perché x2 (uomo nell’angolo) deve giocare tra 2 e 5. Dai un’occhiata al tempismo perfetto di Olimpia Milan in questo video finale.